Dove ti trovi: Home Attività Report 2° bimestre 2013 Sportello Informativo Casa delle Culture (Centro Integrazione)

Report 2° bimestre 2013 Sportello Informativo Casa delle Culture (Centro Integrazione)

Monitoraggio degli accessi e delle richieste degli utenti che si rivolgono allo Sportello Informativo della Casa delle Culture (Centro per l'Integrazione)

Gli accessi allo Sportello Informativo della Casa delle Culture

Questo secondo report, relativo ai mesi di marzo e aprile 2013, rappresenta un aggiornamento al precedente elaborato. Nella lettura dei dati proposti è quindi bene considerare che: i) si riferiscono al numero di accessi della popolazione straniera e autoctona; ii) un utente può rivolgersi più volte allo sportello e quindi parlare di utenti è sbagliato poiché il dato può risultare sovrastimato; iii) gli utenti possono arrivare da altre zone socio sanitarie, quindi non è detto che siano tutti residenti del Comune di Arezzo e nel nostro caso specifico del secondo bimestre 2013 rileviamo 19 accessi provenienti dalle altre zone della provincia di Arezzo (Casentino, Valtiberina, Valdichiana e Valdarno).
Il Centro per l’Integrazione nei mesi di marzo ed aprile ha registrato complessivamente 1192 contatti  di cui 787 uomini e 405 donne (grafico 1).  Dal confronto con i due mesi precedenti si rileva una stabilizzazione degli accessi, caratterizzata da una lieve diminuzione (21 contatti in meno) rispetto ai dati del primo bimestre. La media degli accessi nei primi quattro mesi del 2013 è di 600 contatti mensili, con una minor presenza per febbraio e marzo (rispettivamente 569 e 567 contatti) e una maggiore consistenza per gennaio ed aprile (644 e 625).
Per quanto riguarda le cittadinanze delle persone che hanno effettuato uno o più accessi allo sportello si evidenzia (tab. 1 e grafico 3) una  netta prevalenza dei bengalesi con 378 contatti (+23 rispetto al precedente bimestre) di cui 86,5% uomini, seguiti dai pakistani con 177 accessi in termini assoluti (di cui 88% uomini) e, inaspettatamente dagli italiani con 97 contatti, di cui il 60% donne e che segnalano una diminuzione di 21 accessi rispetto ai primi due mesi dell’anno; ed infine i marocchini con 121 accessi di cui il 53% uomini. Se da una parte i dati sulla presenza dei stranieri ci confermano una crescente femminilizzazione della popolazione migrante (La Mastra, Luatti, Tizzi 2012), assistiamo nel nostro caso ad una netta prevalenza di accessi da parte degli uomini. Una delle possibili motivazioni risiede nello sbilanciamento del rapporto tra i generi all’interno delle singole comunità. I maggiori squilibri di genere concernono i cittadini e cittadine della Polonia per quanto riguarda la netta prevalenza della componente femminile e per il Bangladesh e Pakistan per  la prevalenza della componente maschile.
Si evince anche per questo report l’elevato pluricentrismo culturale che, seppur si tratti di piccolissimi numeri, vede l’accesso per la prima volta dell’Etiopia, Barbados, Burkina Faso, Cuba, Giappone, USA, Inghilterra, Martinica, Sierra Leone, Siria, Spagna e Uruguay.

Scarica il Report

comments powered by Disqus
« aprile 2018 »
aprile
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30
Galleria Fotografica

Galleria fotografica

PAAS - Punti per l'Accesso Assistito ai Servizi e a internet

Orario PAAS